Tanto da scoprire!

L'area di Merano e dintorni è un libro illustrato di bellezze naturali e culturali. I famosi Giardini di Castel Trauttmansdorff, le Terme di Merano...

I Giardini di Castel Trauttmansdorff

Un giardino botanico - un mondo sensoriale.

Un giardino botanico - un mondo sensoriale. Intorno a Castel Trauttmansdorff, da cui l'imperatrice Elisabetta d'Austria era molto affascinata, gli omonimi giardini botanici si presentano su una superficie di 12 ettari. Estesi su un anfiteatro naturale, i Giardini di Castel Trauttmansdorff si snodano su e giù per sentieri e scalinate su oltre 100 metri di dislivello e offrono vedute e scorci panoramici dei più svariati paesaggi naturali e culturali. Più di 80 paesaggi botanici con piante provenienti da quasi tutto il mondo, ma anche giardini a tema, stazioni sensoriali, padiglioni artistici, vivaci corsi d'acqua, laghetti e animali rendono il giardino botanico di Merano una meta escursionistica molto apprezzata da grandi e piccini.

Il castello ospita il Museo Provinciale del Turismo, il Touriseum, che in maniera emozionante, interattiva e divertente racconta 200 anni di storia del turismo alpino.

Il Golfclub di Lana

Un originale

Ai piedi delle rovine di Castel Brandis si trova il Golfclub di Lana, che, per gli standard altoatesini, si presenta estremamente spazioso. Grazie al suo proprietario, il Conte Brandis - un vero e proprio conte! -, il campo da golf è diventato ormai da tempo un punto di ritrovo fisso per giocatori esperti, sia del posto che turisti, che qui possono giocare e godersi il programma di contorno. Michael Pinter, noto designer inglese di campi da golf, ha creato un campo a 9 buche con tre Par 3, quattro Par 4 e due Par 5 (Par 70) su una lunghezza totale di quasi 2.800 metri, e 2.500 metri per le giocatrici donne. Immerso tra i prati di mele nella protetta Val d'Adige, il campo da golf pianeggiante del Golfclub di Lana invita a fare una partita durante quasi tutto l’anno.

Le Terme di Merano

Un’antica città di cura avvolta in un nuovo splendore

Con l'apertura delle Terme nel 2005, l'antica città di cura di Merano si è abbellita con un elegante gioiello. L'accattivante cubo di vetro, la cui creazione è avvenuta per mano del grandioso designer e architetto Matteo Thun, è situata al centro della vivace cittadina e si propone come luogo di pace e benessere che invita alla lentezza. Da momenti di puro relax a un bagno nell'acqua termale curativa. Aperte 365 giorni all'anno, le nuove Terme di Merano offrono ben più di un ampio centro benessere: 25 piscine interne ed esterne, varie saune, un'area Spa & Vitality, una Medical Spa, un Centro Fitness e soprattutto l’ampio parco termale con i suoi 52.000 m² di superficie trasmettono la sensazione di trovarsi in un mondo completamente diverso, dove il tempo scorre molto più lentamente.

Nelle calde giornate estive ci si può rilassare con un buon libro all'ombra degli alti alberi secolari o ammirare le bellissime cime delle Alpi, avvolti da un’intensa sensazione di pace. In inverno, invece, ci si può riscaldare nella sauna e lasciarsi alle spalle il ritmo frenetico del mondo esterno, sdraiati sui comodi lettini a bordo piscina.

Castel Monteleone

A pochi minuti di cammino dall'Obergluniger

Situato direttamente lungo il sentiero della roggia, il Castel Monteleone si erge sopra al nostro maso, a circa 100 metri di altezza. Questo magnifico edificio risale già al XIII secolo e da allora è stato ricostruito e ampliato più volte. Gli edifici del castello, risalenti ad epoche diverse, si raggruppano intorno a graziosi e serpeggianti cortili interni. All'esterno si trova un bellissimo giardino ornamentale alla francese. Il Castel Monteleone è uno dei più grandi e più bei manieri completamente arredati dell'Alto Adige e ancora oggi è abitato da tre generazioni. La cappella S. Stefano a tre piani, risalente al XIV secolo, la Sala degli Specchi in stile rococò, la Sala dei Cavalieri e l'Armeria si possono visitare nell'ambito di piccole e interessanti visite guidate.

Laghi

Bellissimi paesaggi dell’Oltradige

Quando si passa accanto ai laghi che costellano i bellissimi paesaggi dell’Oltradige, degni di un libro illustrato, sembra quasi di essere in un mondo fiabesco. Dolci colline, laghi cristallini, vino pregiato. Da Cermes si arriva in Oltradige in circa 20 minuti, e da qui brevi sentieri conducono ad Appiano e ai laghi di Monticolo, immersi tra splendidi boschi e meta ideale per un bagno rinfrescante sotto il sole estivo. Ai piedi dei vigneti si trova il lago balneabile di Caldaro con il suo lido. La brezza piacevole di questo lago, che ogni giorno invoglia i surfisti a salire sulle loro tavole, offre un piacevole refrigerio anche quando il sole picchia più intensamente. A chi piace fare il bagno in acque naturali consigliamo anche la piscina naturale di Gargazzone. L’impianto ecologico, relativamente nuovo, offre un’acqua naturale e completamente priva di cloro. Da Cermes, il lido di Gagazzone è facilmente raggiungibile con la bici elettrica.